#Erosogni 3.

Con gli occhi mi hai ingoiato,
ancora prima che con le labbra.
Sul mio ventre
i tuoi capelli hanno ballato,
al ritmo dei miei respiri.
E li hai condotti
quei respiri,
come la mano sicura dell’aviatore
con la cloche.

Sdraiato,
crocifisso al mio desiderio,
nella tua mano muoio,
nella tua bocca risorgo.

Gioiose eruzioni di me
hai accolto,
contenuto,
trattenuto dentro di te.
Come il ventre della terra,
la lava calda.

[Autoritratto Renato Guttuso e Marta Marzotto]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...